È passato poco più di un anno da quando Shuntaro Furukawa è diventato presidente di Nintendo e, fin da subito, l’ex addetto alla contabilità (ruolo che ricopriva dal 1994) ha messo in chiaro che avrebbe rispettato le tradizioni dell’azienda.

Così come i suoi predecessori, anche Furukawa intende ampliare il più possibile il pubblico Nintendo e una delle chiavi per fare ciò è lasciare la massima libertà creativa agli sviluppatori, permettendogli di sperimentare nuove idee:

Innanzitutto, baso le mie decisioni sul modo di pensare del leader dello sviluppo.

Nintendo è Nintendo per via dei nostri giochi, personaggi e IP. Quindi dare ai nostri team la libertà di sperimentare nuove idee è qualcosa con cui sono fortemente d’accordo.

L’espansione non può avvenire senza la libertà di provare qualcosa di nuovo e il coraggio di entrare in un territorio sconosciuto.

Shuntaro Furukawa quindi continuerà con la vecchia politica Nintendo della sperimentazione: come accaduto fino ad ora, quindi, anche nei prossimi anni vedremo giochi più tradizionali affiancati a qualcosa di meno convenzionale.

Commenti

risposte