Col countdown verso Pokémon Spada e Scudo ormai quasi arrivato a meno di due settimane, le conferme riguardanti i titoli Pokémon di ottava generazione brulicano e si moltiplicano in tutto il web. L’ultima riguarda una caratteristica dei giochi che tutti quanti temevamo si ripresentasse: quella dell’impossibilità di salvare sul cloud la propria partita.

Ebbene sì, così come sui precedenti Pokémon Let’s Go Pikachu e Eevee, i titoli ambientati nell’inglesissima Galar saranno privi dell’opzione di salvataggio su cloud tramite servizio Nintendo Switch Online, presente invece nella stragrande maggioranza dei giochi oggi disponibili su console ibrida.

Pokémon Spada e Scudo - Nintendo Switch

Il motivo dietro questa incompatibilità risiede nella volontà da parte degli sviluppatori di impedire la clonazione dei propri mostriciattoli tascabili: nel caso in cui il salvataggio su cloud fosse stato reso disponibile, sarebbe stato un gioco da ragazzi replicare la propria partita (e con essa le proprie squadre Pokémon catturate e gli oggetti trovati) su un numero praticamente infinito di cartucce tramite la funzione di ripristino.

Pokémon Spada e Scudo - Nintendo Switch

Pokémon Spada e Scudo saranno disponibili a partire dal prossimo 15 novembre, e risultano già adesso acquistabili e installabili tramite Nintendo eShop (anche se saranno ovviamente giocabili in seguito al rilascio ufficiale). Avete già deciso quale delle due versioni disponibili acquisterete? E voi, al contrario del producer stesso Junichi Masuda, riuscite a tener traccia della sempre più vasta timeline della saga Pokémon?

Commenti

risposte