Anche Apple, in futuro, potrebbe entrare nell’ambito della realtà aumentata e per farlo si starebbe servendo della collaborazione di Valve. Secondo alcune indiscrezioni infatti le due società starebbero collaborando per un visore AR (e non quindi VR, come sembra essere indirizzato il mercato) che dovrebbe vedere la luce nella seconda metà del 2020.

Il tutto sarà a cura delle compagnie di Taiwan ODMs Quanta Computer e Pegatron, e l’esperienza di Valve con il suo HTC Vive e il Vlave Index potrebbe assicurare sicuramente il necessario know-how per la creazione di un prodotto di qualità.

È curioso in ogni caso che Apple non punti anch’essa alla VR: il motivo sembrerebbe la volontà di Tim Cook, CEO di Apple, che non crede nella realtà virtuale ma anzi pensa che la realtà aumentata possa essere molto più utile per i propri utenti.

La fonte dichiara anche che a tal proposito l’azienda di Cupertino abbia assunto nuovi addetti al graphic design, all’interfaccia e all’architettura di sistema: ciò, unito ad alcuni file trovati in iOS 13 che fanno riferimento proprio alla AR, sembra confermare ancora di più la cosa.

Vedremo davvero un visore AR di Apple e Valve nel 2020?

Commenti

risposte