Il mercato videoludico, è ormai chiaro, è uno dei più fiorenti nel mondo, superando addirittura quello del cinema e della musica. Probabilmente per questo motivo (e anche per non rimanere indietro a Paesi come Inghilterra e Francia) la Germania ha approvato uno stanziamento di 50 milioni di euro per le software house locali.

I suddetti Paesi, insieme al Canada, da anni infatti finanziano gli sviluppatori locali e ciò ha portato la Germania ad essere superata in produzione e ricavi, dove lo sviluppo viene a costare circa il 30% in più. Inoltre, secondo il report di Game, ogni 100 euro spesi in videogiochi solo 4.30€ arrivano effettivamente agli sviluppatori.

Ciò ha quindi portato un leggero declino delle software house e studi di sviluppo tedeschi: questo finanziamento, che in realtà era già stato approvato lo scorso anno, porterà sicuramente positività al settore in Germania e la prova arriva dalle già 380 proposte arrivate al Ministero.

I videogiochi e tutto il settore sono ormai una realtà consolidata e sempre in evoluzione: molti Paesi del mondo se ne sono accorti e ora anche la Germania. Quando vedremo qualcosa del genere anche in Italia?

Commenti

risposte