Adobe vuole entrare sempre più nel mondo della realtà virtuale e la prova sta proprio nell’ultima acquisizione fatta: la società ha infatti annunciato l’acquisto di Oculus Medium, un tool per la Realtà Virtuale nato dalla divisione Oculus di Facebook.

Presentato nel 2016, Medium funziona solo con il visore VR Oculus Rift e permette di scolpire, modellare e disegnare, cosa che Adobe vuole sfruttare per creare un’offerta di servizi VR, 3D e progettazione immersiva. Medium andrà quindi ad aggiungersi alla già amplia e ottima suite di programmi per professionisti che include Photoshop, Dimension, After Effects, Substance e Aero.

Ecco come Sebastien Deguy, Vice Presidente responsabile 3D e tecnologie immersive di Adobe, ha parlato di questa nuova acquisizione:

Il team di Medium e le sue tecnologie sono un’entusiasmante aggiunta per Adobe, puntando ad accelerare il nostro impegno nel 3D e nei tool immersivi. L’integrazione dei tool di Medium e delle sue tecnologie contribuirà notevolmente alla nostra strategia 3D e immersiva.

Un acquisto davvero importante per Adobe, che unito a Substance (sistema di smart texture usate nella creazione di contenuti 3D) permetterà un notevole passo avanti per la “prossima generazione di strumenti 3D”.

Commenti

risposte