Star Wars Jedi: Fallen Order è l’ultima fatica di Respawn uscita su console e PC. Il gioco è piaciuto a molti, ma Lucasfilm non era convinta del risultato.

Veniamo a conoscenza del dietro le quinte sullo sviluppo dell’action adventure ambientato nell’universo di Guerre Stellari. Il titolo ha ottenuto un ottimo risultato tra critica e giocatori, ma Lucasfilm credeva che creare un titolo basato sui Jedi, spade laser e la Forza non avrebbe avuto successo.

Star Wars Jedi: Fallen Order è ambientato nel periodo subito dopo la grande epurazione Jedi dovuta all’ordine 66, ordine dato dal neo Imperatore Palpatine. Nonostante la bontà del titolo, Respawn dovete misurarsi con Lucasfilm che desiderava un gioco basato su blaster e cacciatori di taglie.

“Ho detto, ‘Ehi, cosa succede se facciamo un gioco sui Jedi e i poteri della Forza?’ Non erano per niente confortevoli con questo. Lo gettarono via, ‘E di blaster o cacciatori di taglie?'”

Secondo Sting Amussen, game director di Star Wars Jedi: Fallen Order, ha ammesso di aver dovuto convincere Lucasfilm per creare un titolo basato su chi utilizza la Forza. Sting ha parlato delle difficolta incontrate per convincere Lucasfilm, che attualmente controlla l’intero universo di Star Wars. Per di più pare che i ragazzi di Lucasfilm siano molto protettivi nei riguardi dell’universo di Guerre Stellari e specialmente nei confronti dei Jedi.

“Questo non coincide con l’idea con qui abbiamo costruito il team; potete anche chiederci di creare un titolo di corse a questo punto. Non credo però che saranno particolarmente felici del risultato.”

Ci furono due giochi di Star Wars che furono cancellati, il primo fu 1313, il titolo presentato anni fa basato appunto su cacciatori di taglie che purtroppo non vide più la luce. Poi ci fù il progetto di Visceral Games, Project Ragtag che purtroppo non vide mai la luce per colpa di Electronic Arts.

“I Jedi sono il Santo Graal. Per fare un gioco su i Jedi devi guadagnartelo. C’era un po’ di via vai, ma potevano vedere da dove venivo e mi hanno detto: ‘Va bene, possiamo iniziare a parlare di fare un gioco su chi usa la Forza, ma non sui Jedi’. E poi esce il gioco e il suo nome è Jedi.”

A quanto pare la determinazione e la perseveranza di Respawn alla fine hanno ripagato, anche se effettivamente i cacciatori di taglie sono diventati molto amati dai fan ultimamente, anche grazie a serie come The Mandalorian.

Cosa ne pensate della vicenda? Vi piaciuto il titolo di Guerre Stellari nato dai creatori di Titanfall oppure siete d’accordo con l’idea che aveva Lucasfilm? Nel frattempo, avete sentito che il nuovo film su Doctor Strange è rimasto senza regista?

Commenti

risposte